Servizi

Parodontologia LASER ASSISTITA A BERGAMO

La parodontologia studia le cause, gli strumenti per fare la diagnosi e la cura delle malattie delle gengive e dei tessuti duri e molli che sostengono i denti nella bocca. La principale è la parodontite, detta anche malattia paradontale o piorrea. E’ una malattia infettiva causata da batteri anaerobi (vivono in ambienti privi di ossigeno) che, penetrando all’interno del solco parodontale, infiltrano i tessuti parodontali, collocandosi in aree difficilmente raggiungibili da antibiotici e da disinfettanti locali, le tasche parodontali.

La Diagnosi

I segni clinici evidenti della malattia parodontale sono l’alitosi, sostenuta dalle tossine prodotte dai batteri nelle tasche gengivali, il sanguinamento delle gengive, soprattutto durante lo spazzolamento dei denti, la mobilità dentale, dovuta alla perdita dell’attacco parodontale, che porta alla perdita dei denti. la retrazione gengivale, che causa la scopertura delle radici.
L’esame diagnostico per la parodontite effettuato nel nostro studio di Bergamo consiste in:

1. Sondaggio parodontale, cioè la misurazione della profondità delle tasche parodontali;
2. Esame dei batteri presenti nella saliva visibili al microscopio a contrasto;
3. Radiografie endorali digitali e MicroTac a basso dosaggio che ci permettano di valutare in 3D la perdita dell’osso alveolare;
4. Analisi microbiologiche che, mediante un prelievo indolore dei batteri presenti nella tasca parodontale, ci permette di identificarne la qualità e quantità dei responsabili della piorrea. Ciò è necessario per la diagnosi, la prognosi ed l’adeguato percorso terapeutico individualizzato nonché l’eventuale insorgenza di recidive;
5. Analisi genetiche (PST): ci permette, tramite lo studio del DNA del paziente, di stabilire il grado di predisposizione individuale alla malattia parodontale.

 

L’intervento

Nel nostro studio di Bergamo ci occupiamo da anni del trattamento non chirurgico laserassistito della malattia parodontale, che ha sostituito nel 90% dei casi il classico approccio chirurgico, che prevedeva lo scollamento delle gengive e la rimozione dell’osso considerato “malato”, con conseguente retrazione gengivale post-operatoria e risultati estetici non favorevoli. Inoltre, la chirurgia non permette l’eliminazione della causa della malattia: i batteri parodontali, con conseguente pericolo di recidive.
Nel nostro studio di Bergamo, l’uso combinato del microscopio operatorio, di strumenti ad ultrasuoni ad alta frequenza, polveri a variabile grado di abrasione e del laser ci consente di ottenere questa microinvasività. Il laser, abbinato ad una soluzione ad alto contenuto di ossigeno, progettata brevetto, invece, è l’unica tecnica oggi in grado di eliminare i batteri patogeni, anche quelli che si ritrovano all’interno dei tubuli dentinali, effettuando un’azione di decontaminazione che altrimenti non riusciremmo ad ottenere in alcun modo. Tutto è dimostrato da test di laboratorio e clinici. La guarigione è rapida, si ha la chiusura delle tasche parodontali, grazie alla rigenerazione dell’osso alveolare e della gengiva che a causa della malattia erano andate in parte distrutte.

Il post-intervento

E’ importante che il paziente ritorni sistematicamente in studio per verificare l’andamento clinico della patologia ed effettuare la terapia di mantenimento necessaria per impedire il ripresentarsi della malattia parodontale. Ad ogni visita di controllo il paziente viene sottoposto ad un prelievo di saliva che viene immediatamente visualizzata con microscopio a contrasto di fase. Se i batteri presenti nella saliva sono “buoni”, cioè compatibili con la salute parodontale, il paziente riceverà l’OK; diversamente, se l’esame mostrerà un aumento dei batteri visibili ed aggressivi, sarà riproposto un programma di cura necessario per riportare il paziente allo stato di equilibrio.
Nel nostro studio di Bergamo, odontoiatra e igienista lavorano in sinergia per offrire al paziente un piano di mantenimento della salute parodontale individualizzato, con i giusti consigli per un adeguato protocollo di mantenimento domiciliare.Il paziente riceve, già durante la prima visita, una brochure che indica quali strumenti deve acquistare ed utilizzare per mantenere i risultati ottenibili con il nostro protocollo. L’uso costante , mattina e sera, di spazzolino sonico e di idropulsore prevengono la ricontaminazione delle tasche parodontali dopo il trattamento laser.

i benefici

I vantaggi del trattamento parodontale microinvasivo effettuato nel nostro studio di Bergamo sono:

1. Minor o nullo ricorso all’anestesia;
2. Scomparsa o riduzione immediata dell’alitosi, del dolore alla masticazione, del sanguinamento gengivale e del pus presente nelle tasche parodontali, nonché della mobilità dentaria;
3. Scomparsa o riduzione immediata della carica batterica patogena del complesso rosso ed arancione di Sokransky (verificabile con il test microbiologico mediante sonde al DNA), non ottenibile con il trattamento parodontale convenzionale;
4. Scomparsa o riduzione nel tempo delle tasche parodontali, grazie alla rigenerazione tissutale favorita dall’azione di biostimolazione dei laser;
5. Mantenimento in bocca di un maggior numero di denti a prognosi incerta;
6. Minori complicanze post-intervento rispetto alla chirurgia parodontale tradizionale;
7. Facile controllo e ritrattamento in caso di recidive, verificabile con il test della saliva con il microscopio a contrasto di fase;
8. Maggiori garanzie di successo per riabilitazioni impianto-protesiche successive al trattamento parodontale micronizzassimo;
9. Maggior risparmio biologico, attraverso la conservazione di un maggiore numero di denti, ed economico, grazie al più ridotto ricorso a riabilitzioni impianto-protesiche.

La terapia

Fotodinamica

Il protocollo brevettato dal Dott. Caccianiga ha regalato di nuovo il sorriso a più di 5000 persone.

Scopri di più