Servizi

Anestesia e pazienti fobici A BERGAMO

Un sorriso armonioso scaturisce dalla combinazione di denti belli e sani con un loro corretto posizionamento all’interno della bocca. Alcuni pazienti, vuoi per paura, vuoi per effettiva ridotta capacità di collaborazione, non sono trattabili in un comune studio odontoiatrico e richiedono, anche per una semplice pulizia del tartaro, il ricorso all’anestesia generale. La collaborazione con il Dr Marco Ardigò, (www.ardigoanestesia.it) specializzato nell’assistenza dei pazienti odontoiatrici, con esperienza trentennale, ci permette di affrontare direttamente nel nostro studio ogni paziente refrattario alle cure odontoiatriche.

La Diagnosi

  1. Lo studio dentistico suscita da tempo immemorabile diffidenza, ansia o persino fobia. Tramite la collaborazione tra odontoiatria e anestesista, il dr Marco Ardigò (www.ardigoanestesia.it) si possono trattare pazienti con vari gradi di difficoltà soggettive e/o operative. Le modalità di assistenza anestesiologica, realizzate tramite tecnica di infusione totalmente endovenosa, si possono suddividere in:
  2. 1. Ansiolisi mono-bi farmacologica
    Il paziente si presenta cosciente, collaborante, profondamente ansiolizzato. E’ la soluzione più semplice sufficiente a risolvere il 90% delle situazioni.
  3. 2. Analgo-sedazione neuro-target controllata: Il paziente si presenta cosciente, collaborante, sonnolento, profondamente ansiolizzato, moderatamente analgesizzato.
  4. 3. Sedazione profonda
    Il paziente si presenta incosciente, non collaborante, passivo alla procedura. Le soluzioni 2 e 3 risolvono i casi più refrattari.

L’intervento

Nei Soggetti Ansiosi Le tecniche efficaci sono l’Ansiolisi e l’Analgo Sedazione. La scelta, effettuata dal Dr Marco Ardigò, (www.ardigoanestesia.it) dipende dal tipo di contesto clinico e dalla soggettività del paziente. In Età Pediatrica i piccoli pazienti in età non collaborativa hanno necessità di una Sedazione Profonda, che previene movimenti incontrollati, incompatibili con un trattamento adeguato) . Nei Pazienti non collaboranti e nei pazienti portatori di disabilità cognitiva, oligofrenici, autistici, ecc., è indicata la Sedazione profonda che rende il paziente inconsapevole e immobile, realizzando così le migliori condizioni affinché l’odontoiatra possa portare a compimento anche le terapie più complesse

Il post-intervento

Il post intervento nel paziente trattato in anestesia tramite la collaborazione tra odontoiatria e anestesista, il dr Marco Ardigò (www.ardigoanestesia.it)è assolutamente ridotto. il paziente non ha alcuna necessità di assumere i normali farmaci antidolorifici/antinfiammatori non steroidi dopo le procedure effettuate. Dopo ogni trattamento, inoltre, il paziente viene sottoposto a trattamento con ATP 38, una innovativa apparecchiatura a led che riduce in modo consistente il discomfort post-intervento e, in particolare, grazie al doping biologico offerto dalla ATP 38, fornisce una ACCELERAZIONE DELLE GUARIGIONI.

i benefici

  1. I vantaggi per l’odontoiatra si possono riassumere in:
  2. 1. Concentrazione e speditezza procedurale dell’odontoiatra
    2. Migliore precisione e riduzione dello stress psico-professionale. I vantaggi per i pazienti sono:
  3. 3. perdere completamente il contatto con la realtà, sino a quando il trattamento è completato. E’ come fare un “viaggio all’Isola di Tonga” (Marco Ardigò www.marcoardigoanestesia.it)
  4. 4. avere un decorso post-operatorio molto ridotto
  5. 5. Non avere alcuna percezione di disagio conseguente alla terapia odontoiatrica, con massimizzazione del vantaggio funzionale ed estetico. 6.ridurre i tempi del trattamento globale
  6. 7. ridurre o azzerare il discomfort d del trattamento globale

La terapia

Fotodinamica

Il protocollo brevettato dal Dott. Caccianiga ha regalato di nuovo il sorriso a più di 5000 persone.

Scopri di più